immagine lusso

Il sito attento alla natura

"Lega un albero di fico nel modo in cui dovrebbe crescere, e quando sarai vecchio potrai sederti alla sua ombra." Charles Dickens

Registrati o effettua il log-in

rifiuti

Emergenza rifiuti: a New York non si ricicla

May 26th, 2014 by Mannienergy in Energie rinnovabili

New York in emergenza rifiuti.
L’emergenza ha poco a che vedere con quella che ha colpito l’Italia non molto tempo fa, niente immondizia in strada né discariche colme, il problema della Grande Mela è che ci sono troppi rifiuti e si ricicla poco.

Ogni giorno New York produce oltre 400 mila tonnellate di rifiuti, in media 2,5 kg a persona al giorno (nel resto degli States la media è di 2 kg pro capite), detenendo il triste primato di città degli Stati Uniti che produce più rifiuti.

Il problema è che ogni anno la situazione peggiora e il comune deve pagare oltre 330 milioni di dollari per spostare i rifiuti in Ohio o nel North Carolina. Il neoeletto sindaco Bill De Blasio sembra avere in mente una buona strategia per rimediare al problema: spingere ancora di più sulla raccolta differenziata portando la percentuale dei rifiuti riciclati dal 15% al 30% entro il ... vai al blog

tags , , , , ,

Biogas: i batteri possono trasformare il cibo in energia rinnovabile

April 30th, 2014 by Mannienergy in Energie rinnovabili

Imitiamo i processi della natura anche grazie alla tecnologia: quella del biogas ripropone semplicemente il meccanismo dello stomaco di una mucca con dei digestori anaerobici, ovvero dei serbatoi sigillati pieni di batteri.

Una volta inseriti i rifiuti alimentari nel serbatoio, i batteri lavorano sugli scarti alimentari e producono biogas, che può essere trasformato in una forma rinnovabile di gas naturale (per produrre concimi e fertilizzanti) dopo aver subito un processo di combustione.

Un macchinario simile sarebbe oro colato per l’America, che nell’ambito del riciclo non è ancora troppo attiva, e che con metà dei rifiuti riciclati potrebbe produrre energia a sufficienza per soddisfare la richiesta di 2.5 milioni di case in un anno.

Il problema è quello di sensibilizzare la popolazione, poiché il popolo americano non è incline a riciclare rifiuti organici. “Negli anni ‘80 e ’90, gli americani hanno cominciato ad impegnarsi con il riciclo” dice Eric Goldstein del Natural Resources Defense ... vai al blog

tags , , , ,

Rifiuti di plastica: la nuova normativa Ue

April 18th, 2014 by Mannienergy in Energie rinnovabili

L’Unione Europea ha capito che è diventato indispensabile agire sulle norme sui rifiuti… speriamo che non sia solo una promessa.

Per aiutare gli Stati Europei ad uscire dai loro problemi di gestione dell’immondizia, la strategia più usata è quella di incentivare la raccolta differenziata e migliorare i processi di riciclo.

Approvare la “Strategia europea peri rifiuti di plastica nell’ambiente” era il primo passo, che fortunatamente è già stato compiuto. L’obiettivo è quello di creare delle normative specifiche solo per i rifiuti in plastica, e soprattutto sensibilizzare il consumatore alle diverse tipologie di questi rifiuti, in modo che sia lui il primo a conoscere il rifiuto in plastica che sta per gettare: riciclabile, compostabile, recuperabile o biodegradabile.

La “parte difficile” però arriva ora. Tra i vari obiettivi della Strategia europea compare una clausola sulle discariche, che entro il 2020 dovranno essere chiuse su tutto il territorio europeo. Facile a dirsi… il 2020 non è ... vai al blog

tags , , , , ,

Inquinamento nello spazio: il riciclo dei satelliti

April 16th, 2014 by Mannienergy in Energie rinnovabili

Se ne parla poco, ma fortunatamente c’è qualcuno che ci pensa costantemente: l’inquinamento non è un problema che attanaglia solo il nostro pianeta, ma anche lo spazio celeste.

Con un telescopio molto potente sarebbe possibile infatti notare la quantità di relitti, solitamente provenienti da satelliti, che “galleggiano” nello spazio. Le preoccupazioni a riguardo secondola NASA (Agenzia spaziale europea) sarebbero diverse.

Prima di tutto la probabile collisione che potrebbe avvenire tra uno di questi detriti e i satelliti che attualmente orbitano attorno al nostro pianeta (che sono circa 700). E’ il motivo per cui la NASA si sta occupando di trovare dei modi per riciclare la spazzatura spaziale.
Altro problema dei detriti è che muovendosi nello spazio, creano dei problemi per la comunicazione terrestre e la ricerca scientifica e rischiano anche di andare a scontrarsi contro la Stazione Spaziale Internazionale.

Già da molti anni nello spazio vengono costantemente spedite delle aspirapolveri, o per meglio ... vai al blog

tags , , , ,

Rifiuti nucleari: dove finiranno le scorie delle centrali?

April 7th, 2014 by Mannienergy in Energie rinnovabili

L’immondizia ci seppellirà!
E non c’è niente da ridere, soprattutto perché si tratta di rifiuti radioattivi, vecchie scorie del periodo nucleare italiano. Se pensavate fosse durato poco sappiate che ha prodotto novantamila metri cubi di rifiuti, un carico che potrebbe riempire un intero palazzo fino all’ultimo piano.

Attualmente buona parte di questi rifiuti si trovano all’estero (Gran Bretagna, Francia e Svezia) nell’attesa di tornare in Italia, ma per finire dove? Nel comune di Scanzano Jonico, dove era stato stabilito che sarebbero finiti i rifiuti, dieci anni fa c’è stata una vera e propria rivolta contro l’edificazione del deposito, e attualmente non esiste un luogo adatto a ospitare quei rifiuti, sebbene entro agosto la Sogin dovrà rendere pubblico il nome delle aree idonee.

La difficoltà nel trovare un’area non è solo quella di incontrare il favore della popolazione, ma anche i tempi (ci vorrebbe un cinquantennio) e il denaro necessari per costruire una ... vai al blog

tags , , , , ,

Riciclo e Ue: i sacchetti di plastica degradabile

April 4th, 2014 by Mannienergy in Energie rinnovabili

Nel 2013 EuPC aveva lanciato l’allarme: “I sacchetti di plastica degradabile ed oxo-degradabile rischiano di influenzare la qualità della plastica riciclata in maniera negativa” e aveva chiesto all’UE di creare filiere di raccolta separate.

Aveva risposto il presidente di Assobioplastiche affermando che la qualità del materiale rigenerato, secondo alcune ricerche condotte dal Conai, non peggiora fino a concentrazioni di materiale biodegradabile del 10%.

Ne è nata una lotta dove tutti conducono ricerche e propongono i propri risultati. Non ultima la Federazione dei trasformatori europei che ha condotto uno studio di 3.740 analisi su dei film che sono stati ottenuti da 17 miscele differenti di plastica, provenienti a loro volta da 5 diversi tipi di sacchetti: in polietilene vergine, in plastica biobased e compostabile, in plastica biobased e degradabile.

I risultati hanno dimostrato che aggiungendo il 5% di plastica degradabile al polietilene vergine non ci sono riscontri nella processabilità. Il problema si presenta quando ... vai al blog

tags , , , , ,

Impianti di Biogas: grandi finanziamenti in vista

March 31st, 2014 by Mannienergy in Energie rinnovabili

In un momento di crisi economica come questo anche i governi provano a risparmiare sulle spese statali e uno dei modi più efficenti per risparmiare e allo stesso tempo produrre è quello ipegnarsi nel campo dell’energia rinnovabile, che oltre al vantaggio economico contribuisce anche a mitigare i danni dovuti al riscaldamento globale.

Biogest, che ha lavorato per la costruzione di circa 90 grandi impianti, si sta occupando ora della situazione in Romania. La Banca Commerciale Romena ha annunciato di aver stretto un accordo con First Biogaz, membro della Biogest Austria, per finanziare la costruzione di un impianto nel nord della Romania, per un investimento di circa 6 milioni di euro.

L’impianto riuscirebbe a coprire la richiesta energetica di circa 4.500 famiglie. Fino ad oggi, secondo il dirigente della Banca romena, nessuno aveva investito in energie rinnovabili a causa della difficoltà nell’approvvigionamento delle materie prime, ma adesso sembra che sia arrivato il momento ... vai al blog

tags , , ,

Vancouver ha il primo programma al mondo per riciclare le sigarette

March 12th, 2014 by Mannienergy in Energie rinnovabili

I mozziconi delle sigarette sono un danno alla pulizia delle nostre città, ma anche all’ambiente (sappiamo bene quanto tempo ci vuole perché la natura riesca a smaltirle), ai fiumi (basti pensare che solo un mozzicone in un litro di acqua può uccidere un pesce) e sono altamente inquinanti.

Ma qualcuno hatrovato una soluzione. A Vancouver è stato lanciato il primo programma in tutto il mondo per il riciclo dei mozziconi. Dopo quattro anni di discussioni, il vicesindaco della città canadese è riuscito a far approvare il suo innovativo progetto, inserito nelle iniziative che permetteranno a Vancouver di raggiungere l’obiettivo di città più “green” al mondo nel 2020.

I mozziconi, secondo uno specifico programma di smaltimento, saranno trasformati in pallet per le spedizioni, assi, tavole e materiali per la costruzione.

Ovviamente l’Italia non è immune da questo problema anzi, la situazione è molto preoccupante, visto che si parla di 195 milioni di mozziconi gettati ... vai al blog

tags , , , ,

Riciclo: borsa Freitag, la nuova laptop bag

March 5th, 2014 by Mannienergy in Energie rinnovabili

Cosa si può fare con macchine e camion che non vengono più utilizzati? Mandarli allo scasso certo, e magari riutilizzarne degli elementi per altre vetture, ma i teloni dei camion o le cinture di sicurezza, ad esempio, solitamente diventano rifiuti.

Ci ha pensato Freitag, che già da qualche anno, grazie al riciclo, utilizza questi elementi per creare accessori e borse di tutto rispetto se non addirittura di alto design. Anche stavolta Freitag ci stupisce con un nuovo prodotto: una Laptop Bag a prova di usura.

Queste borse, ricavate da teloni e cinghie, sono quasi indistruttibili oltre ad essere comode grazie alle diverse tasche per dividere gli accessori delproprio pc. Le nuove laptop bags contengono infatti tantissimi scomparti, compreso quello più capiente per il proprio ultrabook (la borsa può contenere schermi fino a 15’’).

Ma c’è di più: questa stessa tasca, oltre ad essere imbottita in modo da attutire ogni eventuale colpo, è ... vai al blog

tags , , , , ,

Energie rinnovabili e riduzione di CO2 nei Comuni

February 28th, 2014 by Mannienergy in Acqua, Energie rinnovabili

A Cracovia si è tenuta una riunione speciale riguardante la gestione del progetto Meshartility (Measure and share data with utilities for the Covenant of Mayors – Misurazione e condivisione di dati con le utilities per il Patto dei Sindaci), con lo scopo di ridurre le emissioni di Co2 nei comuni del 20% entro il 2020.

Il progetto viene portato avanti dall’Unione Europea ma a coordinarlo è Murcia, la comunità spagnola impegnata in progetti di economia sostenibile. Sono stati 5000 i comuni che hanno aderito al Patto dei Sindaci, e la maggioranza di questi sono spagnoli.

Il progetto prevede non solo la riduzione di inquinanti ma anche la generazione di green che, come sappiamo bene, porterebbe ad una maggiore efficienza ed indipendenza energetica anche per i comuni.

La prossima riunione, che si terrà nella sede di Murcia a maggio 2014, ospiterà 17 agenzie provenienti da 12 diversi nazioni dell’Unione europea. Il progetto vuole provare ... vai al blog

tags ,

logo ok prezzi Vuoi ricevere ogni giorno le notizie sull'ambiente di Ok-Ambiente.com?
Iscriviti al nuovo servizio di NewsLetter!

http://www.wikio.it
logo ok prezzi

Cerca su Okprezzi.it

il sito di comparazione prezzi
La tua pubblicità su Ok-Ambiente.com!

Credits

Powered by
+++Nafta-Net+++

Sponsored by
OkPrezzi.it and BlogoBurn.com

Designed by
m-mstudio.com